rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Roma

Positivo al Covid scappa dall'ospedale in pigiama, entra in un negozio e accusa un malore

Il 44enne romano, nonostante fosse ancora positivo, aveva una bassa carica virale

Nonostante fosse ancora positivo al coronavirus, è fuggito dall'ospedale San Camillo di Roma ancora in pigiama, ha raggiunto Ladispoli e, una volta all'interno di un negozio, ha avuto un malore. Protagonista della vicenda un 44enne di Roma. A ricostruire quanto successo lo scorso lunedì pomeriggio sono stati i carabinieri intervenuti dopo una chiamata di alcuni clienti di un negozio, che avevano segnalato la presenza di un uomo che non si stava sentendo bene. Giunti sul posto insieme al personale sanitario del 118, i militari hanno notato subito come qualcosa non andasse nell'uomo, vestito solamente di una giacca e un pigiama. Sgomberato il locale e chieste ulteriori informazioni, il 44enne romano ha ammesso di essersi allontanato quella stessa mattina dal San Camillo intorno alle 11:20, arrivando a Ladispoli a bordo della sua auto.

Effettuati i primi accertamenti, ecco emergere però la verità: il romano, già ricoverato nel reparto dei positivi al Covid-19, se ne era allontanato senza alcun permesso medico, nonostante fosse perfettamente consapevole di essere ancora contagioso. Una fuga rocambolesca, con il 44enne che ha anche danneggiato varie apparecchiature mediche, spintonando anche alcune infermiere che cercavano di trattenerlo. Quindi la fuga fino a Ladispoli. Nel negozio è stato necessario l'intervento di un'ambulanza specificatamente equipaggiata per trattare e contenere il contagio, trasportando quindi il 44enne al reparto Covid dell'ospedale San Paolo di Civitavecchia, dove si trova tuttora. Il fuggitivo, secondo quanto si apprende, sarebbe prossimo alla guarigione. Ad aiutarlo nella fuga, a bordo di un'auto rubata, un complice al momento irrintracciabile.

Il 44enne romano, nonostante fosse ancora positivo, aveva una bassa carica virale, secondo quanto accertato dagli esami sanitari. Alla domanda perché avesse scelto Ladispoli come posto per la fuga, l'uomo ha risposto che dopo 10 giorni di ricovero voleva vedere dei parenti ma lì, stando ai riscontri dei carabinieri, di familiari non ce n'è mai stata traccia. Ora dovrà comunque rispondere di una serie di violazioni, dal danneggiamento fino alla violazione della normativa in materia di prevenzione e limitazione del contagio da Covid-19.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Positivo al Covid scappa dall'ospedale in pigiama, entra in un negozio e accusa un malore

Today è in caricamento