rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Brescia

Il prete no vax intubato in terapia intensiva: la paura del contagio tra i fedeli

Avrebbe cercato di convincere alcune persone a lui vicine a non vaccinarsi

È in condizioni critiche, intubato nel reparto di terapia intensiva degli Spedali Civili di Brescia con una diagnosi di Covid-19. Un sacerdote no vax, uno dei parroci dell'Abbazia dei Santi Tomaso e Andrea di Pontevico nel Bresciano al confine con Cremona, è finito in ospedale dopo aver contratto il coronavirus.

Le posizioni no vax del religioso sarebbero note tra i collaboratori più stretti del sacerdote e tra i parrocchiani. Il parroco avrebbe cercato di convincere alcune persone a lui vicine a non vaccinarsi. C'è preoccupazione in paese: tanti fedeli, anche anziani, avrebbero ricevuto dal sacerdote i sacramenti nelle loro abitazioni. Lo scorso 2 novembre, nell'ultima messa celebrata, sarebbe già apparso in precarie condizioni di salute, stando ai racconti di alcuni devoti presenti in chiesa durante la celebrazione.

Tutti ora sperano in una sua guarigione. La situazione sembra essere sotto controllo, ma negli ultimi giorni i contagi in paese sono tornati a salire.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il prete no vax intubato in terapia intensiva: la paura del contagio tra i fedeli

Today è in caricamento