Domenica, 25 Luglio 2021
CATANIA

Prete ruba i soldi delle offerte e scappa con una volontaria: "Restituirò tutto"

Vincenzo Duca, 44 anni, religioso di Acireale, avrebbe sottratto quasi 28mila euro ad un centro di prima accoglienza per poveri ed emarginati. Poi la 'fuga' con l'amante. Ora si dice pentito ed è pronto a rimediare

Marcello Mastroianni e Sophia Loren in una scena del film "La moglie del prete" di Dino Risi

ACIREALE - E' pronto a restituire quanto prelevato dalla cassa della Missione Camilliana, ma lo scandalo scoppiato qualche giorno fa rimane. Vincenzo Duca, 44 anni, religioso di Acireale, sarebbe scappato con una volontaria della struttura, appartenente a una delle famiglie più in vista della città.

Non prima però di avere svuotato le casse del centro di prima accoglienza per poveri ed emarginati "Casa Sollievo di San Camillo" di Acireale. Quasi 28 mila euro il bottino, "prelevato" dall'ente di beneficenza.

L'intenzione dei confratelli sarebbe stata quella di mantenere "privata" la vicenda, limitandola a una scelta di vita personale. La notizia della "fuitina" (che risale alle scorse settimane, ma è venuta fuori solo in queste ore) ha fatto subito scandalo. Il legale del Centro dei religiosi Camilliani, l'avvocato Giampiero Torrisi, ha denunciato l'uomo alla Procura di Catania, "per condotta inappropriata. 

Il religioso si dice pentito. "Sono pronto a restituire quanto momentaneamente è stato prelevato dalla cassa della Missione Camilliana", ha detto intervistato da una tv locale. 

A Vincenzo Duca, che era anche capo amministratore dell'Istituto Giovanni XXIII di Riposto era stata affidata la completa gestione economica della provincia siculo-napoletana dell'Ordine fondato da Camillo De Lellis. 

La notizia su CataniaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prete ruba i soldi delle offerte e scappa con una volontaria: "Restituirò tutto"

Today è in caricamento