rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Città Lecce

Testimone di nozze a processo per aver palpeggiato la sposa: rissa furibonda al matrimonio

Tutto ha inizio il 29 maggio scorso in un ristorante della provincia di Lecce

Doveva essere il giorno "più bello", invece fu caratterizzato da una rissa degenerata in una vicenda giudiziaria con accuse incrociate di molestie sessuali e percosse.  La storia, riferita da LeccePrima, ha inizio il 29 maggio scorso in un ristorante della provincia di Lecce, durante un ricevimento di nozze. Qui il testimone dello sposo, un giovane di 26 anni, avrebbe palpeggiato più volte la sposa al seno mentre entrambi erano vicini al bancone del bar, rimediando per questo una denuncia.

Sarà un processo a stabilire se il giovane originario di Tricase ma residente a Corigliano d’Otranto si sia davvero reso responsabile del reato (violenza sessuale) mosso dall’inchiesta condotta dal pubblico ministero Luigi Mastroniani, a seguito della denuncia sporta dalla coppia. Lo ha stabilito ieri mattina, il giudice Michele Toriello che, al termine dell’udienza preliminare per discutere la richiesta di rinvio a giudizio, ha accolto l’istanza del giovane di essere giudicato col rito abbreviato condizionato dall’ascolto di due testi e dalla documentazione prodotta dall’avvocato difensore Walter Gravante.

In aula saranno mostrati due filmati che potrebbero rivelarsi utili a ricostruire in modo fedele la vicenda. Ne è convinto il difensore del 26enne, secondo il quale da uno di questi, emergerebbe come la ragazza il giorno dopo parlò del matrimonio senza fare cenno alle presunte molestie subite.

La bagarre fu totale: il testimone fu picchiato, come si vede in un video diventato virale sui social e prodotto oggi dal difensore, insieme a quello già menzionato.Tra la documentazione arrivata sulla scrivania del giudice anche alcuni messaggi scambiati tra la sposa e la moglie dell’imputato e la denuncia per lesioni aggravate sporta dal testimone nei riguardi dello sposo che gli avrebbe provocato frattura delle vertebre lombari e sacrali.

Anche il fratello del testimone sarebbe stato aggredito con una bottigliata di vetro in testa, riportando un trauma cranico. L’udienza è stata fissata dal gup Michele Toriello il prossimo 10 dicembre.  La sposa che ha sporto denuncia si è costituita parte civile. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Testimone di nozze a processo per aver palpeggiato la sposa: rissa furibonda al matrimonio

Today è in caricamento