Venerdì, 7 Maggio 2021

Raffaele, il giovane di 30 anni morto in casa da 20 giorni: non lo cercava nessuno

L'hanno trovato cadavere nel suo appartamento alla periferia nord di Torino. L'ultimo contatto con il resto del mondo ad agosto, quando era stato sottoposto al tampone: negativo

Foto repertorio

Aveva 30 anni Raffaele B., e pochi contatti con il mondo esterno. L'hanno trovato morto nel suo appartamento di Corso Lecce, alla periferia nord di Torino. I vicini di casa hanno chiamato le forze dell'ordine a causa degli odori provenienti dall'interno dell'abitazione. I vigili del fuoco hanno trovato il cadavere nel letto, in avanzato stato di decomposizione: era morto da settimane.

Morto in casa da 20 giorni: l'allarme lanciato dai vicini

In base ai primi accertamenti del medico legale l'uomo sarebbe morto per un infarto. Il giovane aveva problemi di salute legati all'obesità, pesava 150 chili circa. Soffriva anche di problemi respiratori e a lato del letto è stata ritrovata una macchina per autoventilazione. La morte risalirebbe ad almeno 20 giorni or sono, scrive oggi La Stampa nelle pagine di cronaca locale.

L'ultimo suo contatto con il resto del mondo risalirebbe a prima di Ferragosto, quando era stato sottoposto a un tampone per verificare l'eventuale contagio da Sars-CoV-2. Risultato: negativo.

Trovato morto in casa, nessuno lo vedeva da un anno: tragedia della solitudine

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raffaele, il giovane di 30 anni morto in casa da 20 giorni: non lo cercava nessuno

Today è in caricamento