rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca / Milano

"Lo amo": 15enne scappa di casa e va a vivere al campo rom

La giovane, fingendo di andare a scuola, era scappata al campo rom dove vive il 17ennne di cui si era innamorata. Dopo la denuncia dei genitori, però, la polizia l'ha "costretta" a tornare a casa

MILANO - Sapeva che i suoi genitori non avrebbero mai accettato quella relazione. Era sicura che lei, una 15enne di Cremona, non avrebbe mai potuto amare liberamente il ragazzo rom di cui si era innamorata. Così, mercoledì mattina ha finto di andare a scuola e ha preso il primo treno verso Milano. Lì, ad aspettarla, c'era il suo fidanzato. 

Intanto, la ragazzina aveva evitato ogni contatto con i genitori. Almeno fino a quando, arrivata al campo rom di via Monte Bisbino con il 17enne, ha avvisato la madre e il padre spiegando loro dove si trovava. 

A quel punto la coppia ha preso l'automobile ed è partita verso l'hinterland milanese per riportare a casa la figlia. La 15enne, però, ha rifiutato più volte di tornare a Cremona e in sua difesa sono intervenuti anche i familiari del fidanzatino 17enne: i rom hanno "circondato" i genitori della ragazza e hanno impedito loro di riportare a casa la figlia.

Così, i genitori non hanno potuto fare altro che lasciare il campo rom e andare al commissariato per raccontare tutta la storia agli agenti che sono intervenuti e, durante il blitz, hanno fermato sia la giovane sia i familiari del 17enne. 

In questura, però, la ragazzina ha raccontato di essersi allontanata da casa volontariamente per raggiungere il fidanzatino. La "confessione", comunque, non è servita a nulla: la giovane è stata affidata ai genitori ed è stata "costretta" a tornare a casa. (da MilanoToday)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lo amo": 15enne scappa di casa e va a vivere al campo rom

Today è in caricamento