rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Milano

Ragazza violentata mentre va al lavoro in ospedale: fermato un uomo

Il fatto a Milano. La vittima è una dipendente dell'ospedale San Raffaele, aggredita mentre stava andando a prendere servizio alle 6.30 del mattino, qualche giorno fa

Una giovane donna è stata violentata a Milano mentre andava al lavorare all'ospedale San Raffaele. Il fatto risale allo scorso 9 agosto in zona Cascina Gobba, nei pressi dell’ospedale, ma la notizia è stata comunicata soltanto ora che il presunto responsabile dello stupro è stato fermato dagli agenti della Squadra mobile della Questura.

Secondo quanto ricostruito, la vittima, una ventenne dipendente dell'ospedale, si stava recando presso il proprio luogo di lavoro per il turno mattino, alle 6.30, quando è stata aggredita dall'uomo, un 30enne di origine nordafricana. Stando a quanto ricostruito nelle indagini, l'uomo, senza permesso di soggiorno e senza precedenti penali, avrebbe visto passare la giovane e l'avrebbe seguita. L'uomo l'avrebbe quindi trascinata in una zona non visibile e chiusa a lato della strada e lì l'avrebbe violentata.

Gli investigatori hanno analizzato le telecamere di sorveglianza della zona, incrociando quei dati con i tabulati telefonici. Decisivo anche il riscontro delle analisi del Dna, che ha fornito un "match" tra quello quello che era stato rintracciato sul luogo del delitto e quello dell'arrestato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazza violentata mentre va al lavoro in ospedale: fermato un uomo

Today è in caricamento