rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Città Brescia

Ragazzina scomparsa, parla il papà: "Viva o morta, voglio ritrovare la mia bambina"

Su BresciaToday il coraggio di Gazi Md Liton, il padre della 11enne scomparsa sull'Altopiano di Cariadeghe. Liton ha incontrato l'uomo che per ultimo ha visto sua figlia

Non si arrende Gazi Md Liton, il padre della piccola Iuschra scomparsa da giovedì sull'Altopiano di Cariadeghe. Dal campo allestito all'osteria Ruchì a Serle, Liton segue le ricerche, giunte ormai al sesto giorno. Lì ha incontrato anche Mario Franzoni, il 75enne che ha visto Iushra pochi minuti dopo il suo allontanamento. Gli mostra una foto della bambina, lui risponde: "Non era vestita così, ma mi ricordo i suoi begli occhioni, i capelli lunghi e neri. Se avessi saputo cosa staa succedendo, forse avrei provato a fermarla". 

Ragazzina scomparsa, la grande paura: si teme possa essere finita in un cunicolo 

"Sono qui perchè ci credo ancora, perché voglio riabbracciarla , ma sono passati tanti giorni, e purtroppo tutto è possibile”, dice Liton, come scrive Alessandro Gatta su BresciaToday

"Non me ne vado finché la mia bambina non verrà ritrovata, viva o morta che sia – continua Md Liton – Ci vorranno giorni, o settimane non m'interessa. Non posso vivere con questo peso, con questo dubbio. Anche fosse già morta, merita di essere salutata per l'ultima volta”.

Da giorni 280 persone tra volontari, operatori e tecnici dei corpi dello Stato sono impegnati nelle ricerche di Iushra, nata in Italia ma ancora straniera, per via di un ritardo legislativo, ricorda BresciaToday. Con Liton, oltre ad alcuni amici e colleghi di lavori che in questi giorni sono passati a esprimergli vicinanza, ci sono anche una psicologa e un infermiere. 

Continua a leggere su BresciaToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzina scomparsa, parla il papà: "Viva o morta, voglio ritrovare la mia bambina"

Today è in caricamento