rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Città Napoli

Ragazzina sfregiata dall'ex fidanzato, l'avvocato del 17enne: "Non voleva ucciderla"

La vittima, di soli 12 anni, avrà un danno permanente al viso

"Non voleva uccidere la fidanzatina. Le indagini poi spiegheranno se è sussistente la premeditazione o se è ha agito in preda a un raptus", è la tesi dell'avvocato Domenico dello Iacono, legale del diciassettenne che ieri è stato sottoposto a fermo con l'accusa di aver sfregiato al volto con un coltello una ragazzina di 12 anni.

Il giovane, ex fidanzato della vittima, è da ieri nell'Istituto per minori dei Colli Aminei di Napoli in attesa dell'udienza di convalida. I carabinieri lo hanno fermato nei nei pressi della caserma dove si stava recando, assieme all'avvocato, per consegnarsi alle forze dell'ordine.

L'agguato è avvenuto la notte tra l'11 e il 12 giugno a Napoli. Intorno all'1,30 la ragazzina è arrivata in ospedale con un lesione molto profonda sul viso. E' stata operata d'urgenza all'ospedale Vecchio Pellegrini e poi trasferita al presidio pediatrico. La prima prognosi parla di 30 giorni per un danno permanente al viso. Probabilmente porterà per sempre le cicatrici di quella ferita. Successivamente la giovane è stata portata al Santobono e poi dimessa. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragazzina sfregiata dall'ex fidanzato, l'avvocato del 17enne: "Non voleva ucciderla"

Today è in caricamento