Mercoledì, 23 Giugno 2021
Catania

I ragazzini che si sfidano in una folle corsa con un pony: finisce male

Undici denunciati. Cinque persone, quattro delle quali minorenni, devono rispondere di maltrattamento di animali. Le altre sei sono genitori che devono rispondere di abbandono di minore e omessa vigilanza

Ragazzini si sfidano in una corsa di cavalli e poi si nascondono al cimitero. A Catania la polizia ha denunciato undici persone. Gli agenti del commissariato Librino hanno effettuato alcuni controlli per il contrasto al fenomeno delle corse abusive tra cavalli, organizzate in strada anche in pieno giorno, con decine di motorini al seguito degli animali. Lo scorso 13 maggio, nei pressi del cimitero del quartiere Zia Lisa, sono stati sorpresi due minori (uno dei quali al di sotto dei 14 anni) intenti a gareggiare a bordo di un calesse trainato da un pony con al seguito diversi ciclomotori.

I ragazzini che si sfidano in una folle corsa con un pony a Catania

Il povero animale era anche frustato dal passeggero di uno di questi scooter: alla vista degli agenti si è scatenato il fuggi fuggi generale. I partecipanti hanno scelto nientemeno che le tombe del cimitero per nascondersi. I poliziotti, trattandosi di minori e usando le previste cautele a loro tutela, sono riusciti ad identificare coloro che guidavano il calesse. Le indagini successive, con l'acquisizione di documentazione video e fotografica, hanno consentito di ricostruire le fasi della gara, riprendere le targhe dei veicoli e identificare altri partecipanti.

Undici, come detto, le persone denunciate. Tra questi, sei genitori per abbandono di minori e omessa vigilanza e cinque persone (quattro delle quali minori) per maltrattamenti di animali con l'aggravante di aver effettuato la competizione sulla strada asfaltata, dove l'animale soffre maggiormente. Inoltre, presso gli uffici del commissariato, sono stati invitati i proprietari dei ciclomotori, che sono stati sequestrati e affidati in custodia giudiziale. Sono state poi contestate le relative sanzioni pecuniarie a tutti i conducenti e passeggeri a bordo dei motorini, tra l'altro senza casco. Una delle persone coinvolte è riuscita a fuggire a bordo di un calesse. I minori sono stati tutti segnalati alla locale procura della Repubblica presso il tribunale dei minori e al tribunale dei minori in via diretta.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I ragazzini che si sfidano in una folle corsa con un pony: finisce male

Today è in caricamento