Martedì, 26 Ottobre 2021
Città Brescia

Raid razzista in un bar: vetrine spaccate, svastiche e insulti alla titolare

La titolare è una ragazza nata in Italia ma di origine marocchina. Per lei stasera organizzata un'iniziativa di solidarietà in paese

Vetrine sfondate, pavimento imbrattato con una croce celtica, una svastica disegnata al contrario e la scritta "tr**a neg**a". Questo quello che ha trovato ieri mattina la titolare di un bar a Rezzato, in provincia di Brescia.

La donna, una 36enne nata in Italia ma di origine marocchina, era stata svegliata in piena notte dall'allarme, collegato al suo telefono, e quando è arrivata davanti al bar ha scoperto tutto. Sull'episodio indagato i carabinieri, che stanno visionando le videocamere della zona per rintracciare il responsabili del gesto.

raid razzista bar rezzato brescia foto ansa 1-2

In segno di solidarietà per la donna è stato organizzato oggi un'iniziativa per raccogliere fondi che possano aiutarla a continuare la sua attività. Dopo il raid, la 36enne aveva fatto sapere di essere molto turbata. "Non so se riaprirò il bar", aveva detto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Raid razzista in un bar: vetrine spaccate, svastiche e insulti alla titolare

Today è in caricamento