rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Città Roma

Tenta rapina alle Poste con una bomba finta, ma ha un infarto

E' accaduto ieri a Roma, in un ufficio postale di via Palmiro Togliatti. L'uomo ha spiegato di avere tre figli e di essere in condizioni disperate. Salvato e arrestato dai carabinieri

ROMA - "Ho tre figli e sono disperato. Non sono qui per aprire un conto. Datemi tutti i soldi che avete o vi faccio saltare in aria". Un uomo di 54 anni, pregiudicato, ha tentato ieri di rapinare un ufficio postale di Roma, in via Palmiro Togliatti, con una finta bomba, terrorizzando il personale e i clienti. Una volta arrestato dai carabinieri, ha avuto un infarto e i militari hanno dovuto soccorrerlo, salvandolo.

Entrato nell'ufficio della periferia est della città, l'uomo ha rivolto frasi minacciose ad un'impiegata. Come se non bastasse, ha poggiato sul tavolo un aggeggio nero, con un groviglio di cavi elettrici simile a una bomba da mortaio, scatenando il panico tra i presenti.

Approfittando di un momento di distrazione del rapinatore, l'impiegata e il direttore dell'ufficio postale hanno dato l'allarme ai carabinieri. I militari della vicina stazione Tiburtino III, giunti sul posto, hanno arrestato il malvivente. "E' tutto uno scherzo", ha detto il rapinatore una volta ammanettato, nel tentativo di giustificarsi.

Gli artificieri del Reparto Operativo hanno constatato che la bomba era una fedele riproduzione, innocua perché priva di esplosivo. Pochi istanti dopo, un altro colpo di scena: il pregiudicato ha lamentato un forte dolore al petto ed è stato subito portato all'ospedale Sandro Pertini dagli stessi carabinieri. Colpito da infarto, l'uomo è stato prima rianimato e poi operato d'urgenza. Se la caverà con qualche giorno di ricovero. Dovrà comunque rispondere di tentata rapina, procurato allarme ed interruzione di pubblico servizio. (da RomaToday)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta rapina alle Poste con una bomba finta, ma ha un infarto

Today è in caricamento