Venerdì, 30 Luglio 2021
Città

Un biglietto consegnato alle vittime: così rapinava le farmacie senza dire una parola

Un uomo di 23 anni è stato arrestato dai carabinieri di Magenta, nel Milanese. Gli investigatori sospettano che ci sia la sua firma su altre rapine avvenute nella zona

I biglietti usati dal rapinatore

Per mettere a segno i colpi non diceva una parola, si limitava a consegnare un biglietto alle sue vittime: "Sono armato". Un uomo di 23 anni, un cittadino egiziano regolare in Italia, è stato arrestato martedì pomeriggio dai carabinieri di Magenta (Milano) con l'accusa di rapina. I militari lo hanno fermato all'angolo tra via dei Missaglia e via Boifava pochi minuti dopo un colpo in farmacia avvenuto nel locale al civico 1 di viale Romolo, a un paio di chilometri di distanza. 

A dare l'allarme sono state  due dipendenti della parafarmacia, che hanno contattato il 112 e hanno spiegato che un rapinatore si era presentato lì con un passamontagna sul volto e aveva consegnato loro un bigliettino di carta con la scritta "sono armato". A quel punto le due, spaventate, gli avevano consegnato i soldi e lui era fuggito a piedi. 

I militari del nucleo operativo hanno così iniziato le ricerche e, anche grazie alle immagini delle telecamere, sono riusciti a bloccare il 23enne mentre tornava a casa. In tasca, oltre al bottino della rapina - circa 300 euro - i carabinieri gli hanno trovato quattro foglietti di carta con la stessa, identica frase. 

E quello in viale Romolo potrebbe non essere stato il primo blitz del "muto", spiega MilanoToday. Anzi. Gli investigatori sospettano che ci sia proprio la sua firma su altre cinque rapine avvenute nelle scorse settimane in alcune farmacia della zona. 

Anche in quei casi, stando a quanto ricostruito, il malvivente aveva un passamontagna sul volto e aveva consegnato un bigliettino alle vittime. Un bigliettino usato forse per non lasciare tracce che ora potrebbe inchiodarlo.  
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un biglietto consegnato alle vittime: così rapinava le farmacie senza dire una parola

Today è in caricamento