rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Città Torino

Rapinatore "salvato" dal gemello: impossibile riconoscere chi dei due è colpevole

Il pm non ha potuto fare altro che chiedere l'archiviazione del procedimento contro un 27enne. Anche i testimoni non sono riusciti a distinguerlo dal fratello

Uguali come due gocce d'acqua. Indistinguibili. L'unica differenza è che uno ha rapinato un negozio e l'altro ha fatto "solo" da complice. Ma chi?

Il pm si è dovuto arrendere e chiedere l'archiviazione del procedimento a carico di un uomo, accusato di aver portato a termine una rapina il 29 novembre dell'anno scorso nel locale "Chicken N Chicken" di corso Vittorio Emanuele a Torino: persino i testimoni, che erano riusciti a fornire ai carabinieri un identikit dettagliato, non sono riusciti a distinguere un fratello dall'altro.  

Così un 27enne di origine marocchina, indagato per rapina, rischia di "salvarsi" grazie alla genetica. "Ci sembrava di vedere doppio", hanno raccontato alcune dipendenti del locale quando, qualche giorno dopo la rapina, si sono ritrovate davanti i due gemelli. Chi era il rapinatore e chi guidava invece l'auto con la quale è sono fuggiti dopo l'assalto?

La notizia su TorinoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rapinatore "salvato" dal gemello: impossibile riconoscere chi dei due è colpevole

Today è in caricamento