rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Arezzo

Il rave party abusivo con centinaia di giovani in montagna

Sul posto da questa notte sono in azione polizia, carabinieri e guardia di finanza

Un rave party abusivo è andato in scena questa notte a Poti, in provincia di Arezzo. Centinaia di giovani a bordo di camper, auto e furgoni, provenienti anche da altre città d'Italia, si sono dati appuntamento sulla montagna di Arezzo per la notte di Capodanno. Tantissime le segnalazioni partite dai cittadini che hanno visto le lunghe file di mezzi e persone salire verso il monte. Molti anche coloro che sbagliando strada si sono sparsi nella zona di Peneto e Staggiano prima di raggiungere il luogo del ritrovo, destando preoccupazione nei residenti.

I partecipanti sono arrivati con casse e attrezzature per fare musica intorno alle 21:00 del 31 dicembre e si sono sistemati in un terreno tra un vecchio albergo abbandonato e i ruderi di un casolare. L'organizzazione, come sempre accade in questi casi, avviene tramite chat e internet: viene fissato il giorno e l'ora e così la carovana parte per radunarsi. Le segnalazioni dei cittadini sono arrivate ben presto alle forze dell'ordine, che si sono mosse per evitare che nella zona del raduno non autorizzato si concentrassero troppe persone e ci fossero assembramenti vietati.

I partecipanti al rave party sono ancora in zona. Sul posto da questa notte sono in azione polizia, carabinieri e guardia di finanza.

rave-party-capodanno-fontemura9-2

rave-party-capodanno-fontemura10-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il rave party abusivo con centinaia di giovani in montagna

Today è in caricamento