Lunedì, 1 Marzo 2021
Catania

L'uomo che ha speso 130mila euro in scommesse, ma percepiva il reddito di cittadinanza

La Guardia di Finanza di Catania ha accertato un reddito occulto che solo nel 2018 era stato pari a 45.687 euro, quasi 4mila euro al mese. Eppure aveva chiesto e ottenuto il sussidio

Foto di repertorio

In cinque anni ha speso quasi 130mila euro in scommesse sportive on line. Eppure non si faceva scrupoli ad incassare anche il reddito di cittadinanza. È quanto hanno scoperto i militari del Comando provinciale della Guardia di Finanza di Catania, nell'ambito dei controlli di polizia economico-finanziaria in materia di spesa pubblica e di erogazioni sussidi statali. Nel mirino degli investigatori è finito un cittadino di Caltagirone che, sebbene risultasse formalmente disoccupato e non percettore di alcun reddito, di fatto nell'ultimo quinquennio aveva scommesso la sorprendente cifra di 129.547 euro.

Il furbetto del reddito di cittadinanza che guadagnava quasi 4mila euro al mese

Oltre al vizio del gioco, l'uomo aveva dunque anche altre entrate. Soldi che però si era guardato bene dal dichiarare al Fisco. I controlli delle Fiamme gialle calatine si sono concentrati sui volumi di ricariche del conto gioco parametrandoli alle dichiarazioni fiscali presentate dall'uomo con specifico riferimento alle annualità in cui ha richiesto il reddito di cittadinanza. È stato così possibile accertare solo nel 2018, anno in cui ha richiesto l'erogazione del beneficio statale, un maggior reddito occulto pari a 45.687 euro. Si tratta di uno stipendio di circa 3.800 euro al mese. Ma che evidentemente non gli bastavano. 

Per l'uomo è scattata la denuncia e la segnalazione all'Inps e all'Agenzia delle Entrate per il recupero delle somme indebitamente percepite pari a 18.565 euro e per il recupero delle imposte sul maggior reddito accertato pari a 129.547 euro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo che ha speso 130mila euro in scommesse, ma percepiva il reddito di cittadinanza

Today è in caricamento