Domenica, 16 Maggio 2021
Viterbo

Reddito di cittadinanza, il "furbetto" è ai domiciliari: denunciato per truffa

A Caprarola (Viterbo), a seguito di una verifica sui percettori del reddito di cittadinanza, i carabinieri hanno scoperto e denunciato un altro furbetto

I carabinieri della stazione di Caprarola (Viterbo), a seguito di una verifica sui percettori del reddito di cittadinanza effettuata insieme ai carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro di Viterbo, hanno scoperto e denunciato un furbetto del reddito di citadinanza. Il motivo? A seguito della verifica dei requisiti è risultato essere agli arresti domiciliari nel comune di Civita Castellana essendo soggetto a misura restrittiva del GIP del tribunale di Viterbo, e quindi pregiudicato e non avente titolo a richiedere e percepire il reddito di cittadinanza.

Il soggetto un quarantenne italiano è stato quindi denunciato per truffa e la sua posizione è stata subito segnalata per bloccare l’erogazione del reddito di cittadinanza.

Biosgna ricordare come il richiedente di reddito di cittadinanza non deve essere sottoposto a misura cautelare personale, anche adottata a seguito di convalida dell’arresto o del fermo, nonché esser stato condannato in via definitiva, nei dieci anni precedenti la richiesta, per i delitti previsti dagli articoli 270-bis, 280, 289-bis, 416-bis, 416-ter, 422 e 640-bis del codice penale, per i delitti commessi avvalendosi delle condizioni previste dal predetto articolo 416-bis ovvero al fine di agevolare l’attività delle associazioni previste dallo stesso articolo.

Reddito di cittadinanza, il giro di boa si avvicina: cosa succede dopo l'estate

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reddito di cittadinanza, il "furbetto" è ai domiciliari: denunciato per truffa

Today è in caricamento