rotate-mobile
Mercoledì, 5 Ottobre 2022
Città Salerno

Prende il reddito di cittadinanza ma è un usuraio: beccato dai carabinieri

Un uomo di 40 anni percepiva il reddito di cittadinanza perché, sulla carta, risultava indigente. In realtà praticava l'usura e per questo è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina, in provincia di Salerno

Sulla carta, ufficialmente, per il Fisco italiano era una persona povera, indigente. Ecco perché aveva fatto domanda e percepiva il reddito di cittadinanza. In realtà era un usuraio ed è stato smascherato e arrestato dai carabinieri della compagnia di Sala Consilina -  in provincia di Salerno - con duecento euro in contanti appena ricevuti da una sua vittima. Si tratta di un pregiudicato 40enne, che aveva prestato a un ex imprenditore del Vallo di Diano mille euro, pretendendo dopo tre mesi la restituzione del triplo della somma.

Reddito di cittadinanza, arrestato un usuraio che percepiva il sussidio

Dalle indagini condotte da militari dell'Arma, è emerso anche che la vittima, in passato, vendendo diversi beni propri e dei suoi familiari, aveva saldato allo stesso usuraio un prestito di tremila euro lievitato nel corso di un semestre a circa diecimila euro. L'indagine è scaturita dalla denuncia dell'ex imprenditore, è stata coordinata dalla Procura della Repubblica di Lagonegro (Potenza).

Non si ferma, dunque, l'attività di controllo di forze dell'ordine e ispettori del lavoro contro i cosiddetti "furbetti" del reddito di cittadinanza. Tanti i casi, segnalati nei giorni scorsi, che hanno riguardato soprattutto persone che lavoravano in nero pur percependo il sussidio voluto dal governo per aiutare i cittadini che vivono al di sotto della soglia di povertà.

Reddito di cittadinanza, lavorano in nero col sussidio: addio soldi (e multa per l'azienda)

Reddito di cittadinanza rinunce novità ANSA-2-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende il reddito di cittadinanza ma è un usuraio: beccato dai carabinieri

Today è in caricamento