Mercoledì, 28 Luglio 2021
Città Firenze

Reggello, morta la bambina dispersa con la nonna

La piccola, dopo il ritrovamento in un bosco in provincia di Firenze, era stata ricoverata in terapia intensiva al Meyer, in condizioni disperate

Foto di repertorio

FIRENZE - Non ce l'ha fatta Sofia, la bambina di diciotto mesi ritrovata domenica scorsa nei boschi di Reggello sul monte dove si era persa con la sua nonna di 63 anni durante una passeggiata. Aveva passato una notte al freddo, ad un'altezza di mille metri.

I genitori hanno autorizzato l'espianto degli organi. Vano si è rivelato anche l'ultimo intervento chirurgico all'addome. La Procura, come atto dovuto, ha aperto un fascicolo di indagine. Sarà sentita la nonna, per la ricostruzione dei fatti, ed è stato disposto un esame autoptico sul corpo della piccola.

Dopo il ritrovamento, la bambina era stata ricoverata in terapia intensiva all'ospedale Meyer, in condizioni disperate: una notte al freddo, in fondo a un canalone, dove era finita insieme alla nonna, le aveva provocato un'ipotermia che aveva scatenato complicanze notevoli. Lunedì era stata anche sottoposta a un delicato intervento chirurgico all'addome, ma i tentativi per salvarla sono risultati vani. Anche la nonna dopo il ritrovamento è stata ricoverata in ospedale, per un trauma cranico e ferite da caduta, oltre a un forte stato di choc che le avrebbe impedito di ricostruire con lucidità l'accaduto.

La notizia su FirenzeToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Reggello, morta la bambina dispersa con la nonna

Today è in caricamento