rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Pisa / Italia

Scomparsa di Roberta Ragusa: spuntano due tracce

Gli inquirenti mantengono ancora il più stretto riserbo. Il primo dei reperti ritrovati sarebbe l'orologio di Roberta. Il secondo alcuni brandelli del pigiama della donna

Secondo alcune indiscrezioni sono due gli oggetti trovati e riconducibili a Roberta Ragusa, la donna scomparsa da Gello di San Giuliano Terme nella notte tra il 13 e il 14 gennaio 2012.

Lo scrive il quotidiano La Nazione, sebbene gli inquirenti mantengano ancora il più stretto riserbo. Il primo dei reperti ritrovati sarebbe l'orologio di Roberta, trovato casualmente in un campo da un passante, un campo proprio vicino alla strada indicata dal testimone che avrebbe visto la sera della scomparsa di Roberta un uomo e una donna litigare. Se ciò fosse confermato dagli inquirenti, questo ritrovamento fugherebbe ogni dubbio sull'identità della donna strattonata e fatta salire in auto con forza, donna che il testimone non avrebbe la sicurezza che si trattasse proprio di Roberta.

Gli altri reperti sarebbero, sempre secondo quanto scrive La Nazione, brandelli del pigiama rosa di Roberta, quello indicato dallo stesso marito come l'indumento che indossava al momento della scomparsa. Le parti di pigiama, ben nascoste a circa 200 metri da una strada sterrata che si dirama da quella asfaltata che sale sul Monte Serra (versante pisano), sarebbero state ritrovate durante le ricerche di qualche settimana fa, quando volontari e forze dell'ordine hanno battuto a tappeto il territorio alla ricerca di tracce.

Se questi due reperti fossero confermati dagli inquirenti si tratterebbe di uno dei primi evidenti passi in avanti nelle indagini. (da PisaToday)

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scomparsa di Roberta Ragusa: spuntano due tracce

Today è in caricamento