Giovedì, 23 Settembre 2021
Città Brescia

Non accetta la poligamia, il marito la prende a pugni: "Continua e sgozzo tua figlia"

Lite violenta tra una coppia nel bresciano: lei è gelosa della sua seconda moglie, da cui ha avuto un figlio, lui l'avrebbe colpita per poi minacciare anche la loro figlia maggiore

Foto di repertorio

Una donna gelosa, un marito poligamo (con due mogli) e una reazione violenta: questi gli ingredienti della lite in famiglia andata in scena in Via Francesco Alghisi a Brescia, e che si sarebbe conclusa con un pugno in faccia (ricevuto dalla moglie) e con un coltello puntato alla gola, da parte dell'uomo alla figlia maggiore.

Tutto da verificare, il condizionale è d'obbligo: in tribunale sono ovviamente l'uno contro l'altra. Sarebbe successo circa un mese fa, racconta il Giornale di Brescia, quando lui è tornato dal Senegal, suo Paese natale: qui avrebe assistito alla nascita del suo sesto figlio, il primo dalla sua seconda moglie.

Una cosa che la prima moglie non avrebbe digerito, dopo aver vissuto con lui una vita e aver concepito insieme ben cinque figli. Da qui la reazione della donna, gelosa della seconda vita del marito. Sabato pomeriggio la lite “decisiva”: lui avrebbe reagito colpendola con un pugno.

Non solo: nel corso della furibonda lite avrebbe preso a sé anche la figlia maggiore, e l'avrebbe minacciata con il coltello. Questo quanto raccontato dalla donna, una 40enne di origini senegalesi ma da tempo in Italia. Versione smentita dal marito 45enne: deciderà il giudice.

Che intanto qualcosa ha già deciso: ha disposto il divieto di avvicinamento per il marito poligamo e considerato violento alla casa di famiglia, dove appunto la donna abita con i loro cinque figli. Una storia di gelosia e violenza all'occidentale, ingabbiata in una tradizione culturale ormai superata, difficile da accettare.

La notizia su BresciaToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non accetta la poligamia, il marito la prende a pugni: "Continua e sgozzo tua figlia"

Today è in caricamento