Venerdì, 24 Settembre 2021
Città Rimini

Giovane tenta suicidio nelle acque gelide, carabinieri lo salvano e rischiano l'ipotermia

Non hanno avuto dubbi né esitazioni due carabinieri della Compagnia di Riccione, che incuranti del freddo si sono buttati in mare, salvando la vita di un 26enne

Piccoli grandi eroismi quotidiani. Un uomo si getta in mare per farla finita: i carabinieri lo salvano e rischiano l'ipotermia. Non hanno avuto dubbi né esitazioni due carabinieri della Compagnia di Riccione, che incuranti del freddo si sono buttati in mare, salvando la vita di un 26enne. Succede domenica intorno a mezzogiorno quando il giovane, noto per i suoi problemi psichici, è fuggito dalla propria abitazione. Dopo essere stato rintracciato nei pressi di piazzale Azzarita, ha dapprima tentato di farla finita gettandosi sotto le auto in corsa. Tantele chiamate ai carabinieri, che parlavano di un esagitato, e così sul posto è accorsa una pattuglia dell'Arma. 

Riccione, carabinieri si tuffano in mare per salvare giovane che tenta suicidio

Quando ha visto i carabinieri, il giovane si è messo a correre in direzione della spiaggia e, una volta arrivato in acqua, si è avventurato in mare. Nonostante il freddo (la temperatura dell'Adriatico in questo periodo è di circa 8 gradi) anche i carabinieri si sono gettati in acqua per salvarlo e, non senza difficoltà, lo hanno riportato a riva. Nel frattempo, sul posto, è intervenuto il 118 coi sanitari che hanno prestato le prime cure sia al 26enne che ai militari per un principio di ipotermia: tutti sono poi stati trasferiti al pronto soccorso.

Miracolo a Milano: bimba di tre anni cade dal quarto piano, la sorella la prende al volo

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giovane tenta suicidio nelle acque gelide, carabinieri lo salvano e rischiano l'ipotermia

Today è in caricamento