Sabato, 24 Luglio 2021
Città Italia

Dorme in rifugio, al risveglio scopre che un ladro gli ha rubato gli scarponi

Quando sembrava ormai disposto a scendere in ciabatte, ha accettato il paio di scarpe da ginnastica che il gestore del rifugio gli ha offerto, scarpe dimenticate anni fa da un altro escursionista

In montagna ci si aiuta, si condividono le sofferenze, si fa spirito di squadra anche tra sconosciuti. Non sempre però. Ne sa qualcosa Carlo, un escursionista 43enne di Borgosatollo, involontario protagonista di un episodio curioso, ma per lui molto poco simpatico. 

Dopo aver trascorso con la moglie e il figlio una notte nel rifugio C.A.I. Garibaldi, a quota 2.550 metri, ai pedi della Parete Nord dell’Adamello, l’escursionista si è accorto che un ignoto ladro gli aveva rubato gli scarponi. 

Oltre al danno economico per la perdita delle calzature, e all’incredulità per l’accaduto, il 43enne ha dovuto attrezzarsi per scendere a valle, a Edolo. Quando sembrava ormai disposto a scendere in ciabatte, ha accettato il paio di scarpe da ginnastica che il gestore del rifugio gli ha offerto, scarpe dimenticate anni fa da un altro escursionista.

La storia raccontata da Brescia Today

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dorme in rifugio, al risveglio scopre che un ladro gli ha rubato gli scarponi

Today è in caricamento