Mercoledì, 23 Giugno 2021
Città Milano

Si radunano via sms, poi partono le botte: la folle rissa tra 40 ragazzi

I fatti a Bollate. Secondo la polizia sarebbe stata una "spedizione punitiva" per vendicarsi dopo una lite

Foto di repertorio

Si sono dati appuntamento a Bollate, in provincia di Milano, per mettere in atto una specie di spedizione punitiva. Una volta arrivati è scoppiata una maxi rissa che ha coinvolto una quarantina di persone. Il tutto in barba a ogni norma anti contagio. È accacaduto nella serata di martedì 12 gennaio nel centro della città a nord di Milano, all'altezza delle Quattro Torri.

A lanciare l'allarme al 112 alcuni residenti che sentendo alcune grida si sono spaventati. Sul posto sono accorsi gli agenti della polizia locale e i carabinieri, mettendo fine alla lite avvenuta anche sotto l'effetto di birra e fumo. Per 'vendicarsi' di alcuni giovani bollatesi, i ragazzi erano arrivati appositamente da Settimo Milanese, Nova Milanese e Cusano.

Alla vista dei poliziotti e dei militari, i presenti hanno tentato la fuga, ma alcuni di loro sono stati fermati e identificati. Quattro di loro, tutti minori italiani, stati poi riaffidati dalla locale ai genitori che hanno anche ricevuto una multa per violazione delle regole per il contenimento dell'epidemia. Altri tre minorenni, di origine rom, sono stati invece condotti in caserma dai militari dopo essere stati fermati mentre litigavano per strada.

Solo venerdì scorso un'altra maxi rissa era scoppiata a Gallarate. Un centinaio i giovani coinvolti che si sono sfidati a colpi di bastoni e catene. Il primo a essere fermato è stato un 18enne, che dovrà rispondere del reato di rissa aggravata a seguito del ferimento di un ragazzino di 14 anni, finito in ospedale dopo un colpo alla testa. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si radunano via sms, poi partono le botte: la folle rissa tra 40 ragazzi

Today è in caricamento