Martedì, 1 Dicembre 2020
Brescia

Rissa tra giovanissimi in piazza (senza mascherine), il video fa il giro dei social: finisce male

Alcuni passanti poi hanno chiamato le forze dell'ordine: sul posto sono intervenuti i Carabinieri e anche gli agenti della Polizia Locale di Leno: scatta la multa

Tutto succede alla fermata del bus, che diventa per l'occasione una specie di ring con tanto di pubblico ad incitare i due sfidanti. Un video che ha fatto il giro dei social. A Leno, in piazza Battisti, lo scorso fine settimana, due ragazzini se le sono date di santa ragione colpendosi a vicenda con una raffica di calci e pugni.

La scazzottata tra giovanissimi a Leno

I due minorenni al centro del ring, gli amici intorno - racconta BresciaToday: nessuno che tenta di fermarli e riportali alla calma, anzi entrambi vengono incoraggiati a proseguire la lotta, a colpirsi con più violenza. E c'è anche chi, smartphone alla mano, riprende ogni istante del combattimento.

Alcuni passanti poi hanno chiamato le forze dell'ordine: sul posto sono intervenuti i Carabinieri e anche gli agenti della Polizia Locale di Leno. 

"Dai rega" è la colonna sonora del video della scazzottata causata, a quanto pare, da tensioni nate tra i banchi di scuola. Poi il video è stato pubblicato nel gruppo Telegram 'Risse Italiane' e pure su altri social. Non una buona idea: è stato proprio il filmato a permettere alle forze dell'ordine di identificare i due giovanissimi protagonisti.

Si tratta di due 15enni di Leno e Ghedi: per ora sono stati multati perché non indossavano la mascherina. Oltre a loro è finita nei guai una ragazza che li incoraggiava a picchiarsi, pure lei non indossava il dispositivo di protezione individuale. I tre ragazzini, o meglio i rispettivi genitori, dovranno ora sborsare 400 euro a testa per la doverosa multa.

L'anziano che non vuole usare la mascherina in metro e tira fuori il coltello

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rissa tra giovanissimi in piazza (senza mascherine), il video fa il giro dei social: finisce male

Today è in caricamento