Lunedì, 20 Settembre 2021
Città Bologna

Ristoratore aggredito fuori dal suo locale: "Tanta violenza solo per aver difeso un cliente"

L'episodio a Bologna. Il titolare de La Lanterna: "E' successo tutto in pochi minuti. Qui la situazione è molto peggiorata"

Giampiero Castaldo

E'stato aggredito tra i tavoli esterni del suo locale per aver difeso un cliente. E' successo ieri sera, intorno le 23, in Piazza Dei Martiri, a Bologna. Vittima Giampiero Castaldo, 45 anni, storico titolare de La Lanterna e vicepresidente del comitato Esercenti Città di Bologna.

"E' successo ieri sera e tutto in pochi minuti - racconta a Bologna Today il ristoratore -  A un tavolo nella veranda esterna si è avvicinato un uomo di origine straniera perché voleva da un cliente una sigaretta. Il cliente gli ha spiegato che ne aveva solo una mostrando anche il pacchetto, ma quest'uomo  ha iniziato ad agitarsi  prendendo poi un coltello che era sul tavolo. Sono intervenuto immediatamente per cercare di capire la situazione e calmarlo, ma sono stato aggredito con un forte pugno nell'occhio. E' stato talmente forte che mi ha spaccato anche il sopracciglio. In poche parole sono stato aggredito con tanta violenza per aver difeso un cliente".

Il titolare dell'attività non ha chiamato le forze dell'Ordine e al momento non ha sporto denuncia: "Appena mi ha aggredito è scappato - incalza Castaldo - e sinceramente ho pensato a medicarmi dopo essermi rassicurato che i clienti stessero bene. Non ho avvisato le autorità nè sporto denuncia perchè sarebbe inutile. Per la situazione che ormai si vive in questa zona dovvremmo chiamarli ogni giorno. Non ci sono più controlli e non c'è più sicurezza, addirittura ci sono persone che si fanno il bagno nella fontana o ci lavano la biancheria. La situazione nel corso degli ultimi anni è peggiorata, molto peggiorata".

A esprimere la massima solidarietà è Chiara Poluzzi, presidente di Esercenti città di Bologna: "A subire questo atto di violenza è stato uno dei nostri soci fondatori, al quale esprimo la massima solidarietà. Come categoria ci troviamo in una situazione già molto difficile, dovuta alla pandemia e alla burocrazia, e quotidianamente c'è chi deve combattere anche contro degrado e delinquenza che l'amministrazione non riesce a gestire".

A intervenire su quanto accaduto anche Matteo di  Benedetto, responsabile Sicurezza Lega Bologna: "Gli esercenti sono abbandonati a loro stessi e devono fare da soli i conti con una totale assenza di sicurezza, accompagnata da un assordante silenzio delle istituzioni. Questo episodio è un ulteriore triste conferma dell’emergenza che affligge Bologna da decenni. Piazza dei Martiri è l’ennesima zona consapevolmente ignorata e abbandonata. Quella che manca, come in tante altre realtà analoghe, è la volontà politica di porre rimedio a una situazione che si trascina avanti ormai da troppo tempo".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ristoratore aggredito fuori dal suo locale: "Tanta violenza solo per aver difeso un cliente"

Today è in caricamento