rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Città Trieste

Robert Trajkovic: morto per strangolamento il 17enne ucciso in un sottoscala

La Procura ha diffuso l'esito dell'autopsia eseguita dal medico legale. Il giovane sarebbe stato assassinato con un laccio

È morto per asfissia da strangolamento Robert Trajkovic, il 17enne trovato senza vita nella tarda serata dell'8 gennaio scorso nel vano scale di via Rittmeyer 13, a Trieste. È questo l'esito dell'esame autoptico eseguito dal medico legale Fulvio Costantinides nel pomeriggio di ieri e reso noto dal Procuratore di Trieste, Antonio De Nicolo. L'assassino reo confesso è il ventunenne Alì Kashim, un giovane con padre marocchino e madre libanese, residente da tempo a Trieste.

L'adolescente sarebbe stato strangolato per gelosia dall'ex della ragazza con cui aveva iniziato a frequentarsi da pochi giorni. È di ieri la notizia che anche la giovane, di 19 anni, sarebbe stata iscritta nel registro degli indagati. Il reato ipotizzato è di favoreggiamento con riferimento alle dichiarazioni da lei rese sulla presunta scomparsa della vittima.

Trajkovic aveva conosciuto la ragazza durante una festa di Capodanno e la incontrava nel sottoscala di uno stabile dove la 19enne abita insieme ai genitori. Dopo aver aggredito il minorenne e averlo strangolato (forse con un laccio) Kashim ha nascosto lì il corpo. Ma il caso non è ancora chiuso. 
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Robert Trajkovic: morto per strangolamento il 17enne ucciso in un sottoscala

Today è in caricamento