Martedì, 9 Marzo 2021
Palermo

Pietro Morreale indagato per l'omicidio di Roberta Siragusa

La 17enne è stata ritrovata carbonizzata in un burrone in Contrada Monte Rotondo a Caccamo in provincia di Palermo. Il 19enne è in stato di fermo

Pietro Morreale, 19 anni, è stato iscritto nel registro degli indagati per la morte di Roberta Siragusa. PalermoToday scrive che la Procura di Termini Imerese ha deciso di contestare il reato di omicidio al ragazzo, in stato di fermo, che ieri mattina si è presentato nella caserma dei carabineri e ha fornito indicazioni precise per ritrovare il cadavere della giovane. Nelle prossime ore il sostituto procuratore Giacomo Barbara e il procuratore capo Ambrogio Cartosio potrebbero firmare il provvedimento di fermo.

Pietro Morreale indagato per l'omicidio di Roberta Siragusa

Secondo il racconto di PalermoToday intorno alle 9.30, Pietro Morreale è andato dai carabinieri e ha chiesto loro di parlare. Poi, senza sbilanciarsi su cosa sarebbe accaduto, ha detto loro che il cadavere della ragazza si trovava in un burrone su monte San Calogero, in contrada Monte Rotodo. Nel punto indicato i militari dell'Arma hanno individuato il corpo di Roberta che mostrava evidenti segni di bruciatura. Ma chi ha ucciso la giovane? Lo ha fatto lì stesso e poi ha tentato di nascondere eventuali prove con il fuoco? Durante le prime indagini gli investigatori hanno cercato di chiarire se sia stata utilizzata della benzina e dove sia stata acquistata. Al vaglio anche le immagini di alcune telecamere che potrebbero aver ripreso qualche dettagli utile.

Secondo alcuni rumors che circolano in paese, la coppia e alcuni amici - nonostante la zona rossa - si sarebbero riuniti e avrebbero trascorso la serata in una casa di campagna, bevendo insieme e ascoltando un po’ di musica. Un dettaglio che sarebbe confermato da una stories pubblicata su Instagram dalla ragazza intorno alla mezzanotte: pochi secondi in cui si vedono una bottiglia di vodka alla fragola, cinque bicchierini e un mazzo di carte siciliane. Una serata conviviale che sarebbe stata rovinata da una scenata di gelosia del ragazzo. 

PalermoToday racconta che Roberta e Pietro erano una coppia già da circa un anno, trascorrevano molto tempo insieme e condividevano anche gli studi. Entrambi infatti frequentavano l’Alberghiero di Caccamo. Lei era figlio di un operaio e di una dipendente che lavora in un’impresa di pulizie. Il padre del ragazzo invece è un dipendente dell’Amap, l’azienda dell’acquedotto palermitano, mentre la madre fa la casalinga. 

Una festa in zona rossa prima della morte di Roberta Siragusa a Caccamo

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pietro Morreale indagato per l'omicidio di Roberta Siragusa

Today è in caricamento