Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Rom cacciati dalla casa popolare, parlano i residenti "Loro non li vogliamo"

Minacce ed insulti nei confronti di una famiglia rom assegnataria di una casa popolare

 

È successo a Roma, nel popoloso quartiere di Tor Bella Monaca quando un funzionario dell'Ater si apprestava a far entrare nell'alloggio una madre 70enne, con problemi di cuore, e i suoi tre figli.

"Non siamo razzisti, qui ci vivono un sacco di immigrati, ma loro non li vogliamo" spiega un'inquilina al microfono di Romatoday.

La cosa certa è che la famiglia ha deciso di rinunciare alla casa che le era stata assegnata. Sulla porta campeggia l’avviso: "locale sottoposto ad allarme" un impianto messo da Ater per evitare che nel frattempo l'alloggio venga occupato.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento