Attendere un istante: stiamo caricando il video...
Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Rom cacciati dalla casa popolare, parlano i residenti "Loro non li vogliamo"

Minacce ed insulti nei confronti di una famiglia rom assegnataria di una casa popolare

 

È successo a Roma, nel popoloso quartiere di Tor Bella Monaca quando un funzionario dell'Ater si apprestava a far entrare nell'alloggio una madre 70enne, con problemi di cuore, e i suoi tre figli.

"Non siamo razzisti, qui ci vivono un sacco di immigrati, ma loro non li vogliamo" spiega un'inquilina al microfono di Romatoday.

La cosa certa è che la famiglia ha deciso di rinunciare alla casa che le era stata assegnata. Sulla porta campeggia l’avviso: "locale sottoposto ad allarme" un impianto messo da Ater per evitare che nel frattempo l'alloggio venga occupato.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento