rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Notizie curiose / Roma

Investe cinese e scappa, la sera in caserma incontra la vittima

Sembra la scena di un film quella avvenuta in una caserma dei carabineri di Pomezia (Roma). Un giovane all'alba ha travolto un pedone. E' scappato. Poi, reso dal rimorso, è andato a costituirsi e lì…

POMEZIA (ROMA). Ore 5.30 circa di venerdì 6 dicembre. Un giovane romano di 26 anni è alla guida della propria auto quando, lungo via Ardeatina, colpisce un pedone che cammina sul ciglio della strada, nei pressi di un bar. Terrorizzato, scappa via. 

Ore 19. Preso dal rimorso, il giovane decide di andare in caserma dai carabinieri per confessare il tutto. E lì spiega che nell'urto la propria auto aveva perso lo specchiatto laterale destro.

Ore 19. Mentre il giovane è in attesa di essere ricevuto dal maresciallo per formalizzare le sue dichiarazioni, si è presentato dai carabinieri anche un cinese che voleva denunciare un pirata della strada che lo aveva investito all'alba in via Ardeatina. 

La vittima ha raccontato che la vistosa ingessatura che portava al braccio era dovuta alla frattura composta dell'ulna riportata per l'impatto con lo specchietto dell'auto pirata che aveva recuperato in strada, portandolo con sè anche nell'ambulanza arrivata in suo soccorso. 

Ascoltando il racconto del cinese, il giovane romano è scattato in piedi e con inusuale curiosità ha chiesto di poter vedere lo specchietto e dopo un momento di esitazione ha esclamato: "Credo che quello specchietto sia il mio!"

Il 26enne è stato denunciato a piede libero "fuga a seguito di sinistro stradale con danni alle persone, omissione di soccorso e lesioni personali gravi colpose". (da Roma Today)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Investe cinese e scappa, la sera in caserma incontra la vittima

Today è in caricamento