Domenica, 24 Ottobre 2021
Città Caserta

La miss picchiata dal compagno: "Lo perdono, torno con lui"

Rosaria Aprea, 20enne casertana aggredita dal fidanzato, parla al Corriere del Mezzogiorno: "Lo amo da morire e per questo lo perdono"

CASERTA - Rosaria Aprea ci ripensa e ritira la denuncia. La giovane miss originaria di Macerata Campania, nel casertano, è ancora ricoverata in ospedale - dove le hanno asportato la milza - dopo l'aggressione del suo compagno.

E mentre lui è in carcere accusato di tentato omicidio, la 20enne ha rilasciato un'intervista al Corriere del Mezzogiorno per dire che lei quel ragazzo, Antonio Caliendo, lo ama ancora e che vuole tornare con lui. "Non è vero che ho subito percosse", ha detto Rosaria, perché non ci sono lividi sul volto e sulle braccia. E si è fatta fotografare per dimostrare che quello che dice è vero.

Resta il fatto che la ragazza ha dovuto essere operata due volte nel giro di poche ore all'addome: per la milza e per un'emorragia interna che poteva ucciderla. E poi c'è la denuncia, presentata proprio da lei: a sentirla, allora, il compagno, imprenditore di 27 anni, l'aveva presa a calci e se n'era andato. Adesso Rosaria ci ripensa e dice di aver denunciato l'uomo in "momenti di semi-incoscienza". Sono passati alcuni giorni e "mi sono accorta di avvertire sempre di più l'assenza di Antonio". Tanto da voler ritirare la denuncia "perché immagino che questo possa aiutarlo a venire fuori da quel posto".

In realtà, dopo quelle lesioni la Procura procede d'ufficio, al di là della denuncia della vittima. Anche se lei proclama: "Sto male al pensiero che sia rinchiuso in carcere. Lo so che non si è reso conto di quello che mi ha fatto e voglio tornare con lui. Sono certa che si è pentito".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La miss picchiata dal compagno: "Lo perdono, torno con lui"

Today è in caricamento