Giovedì, 29 Luglio 2021
Città Milano

Fidanzati morti nell'incendio: "Fiamme partite dalla batteria del monopattino elettrico"

A innescare l'incendio costato la vita a Milano a due fidanzati, Rosita Capurso, 27 anni, psicologa, e Luca Manzin, 29 anni, avvocato, potrebbe essere stata la batteria

Le vittime dell'incendio

Potrebbe essere stata l'esplosione della batteria del monopattino elettrico a innescare l'incendio costato la vita a Milano a due fidanzati: solo un'ipotesi al vaglio degli inquirenti per ora, ma un'ipotesi molto concreta. Rosita Capurso, 27 anni, psicologa, e Luca Manzin, 29 anni, avvocato, sono morti nell'incendio del loro appartamento sui Navigli a Milano.

Morti Rosita Capurso e Luca Manzin a Milano

La Procura di Milano ha aperto un fascicolo per omicidio colposo plurimo, contro ignoti. L'appartamento è ancora sotto sequestro in attesa della relazione dei vigili del fuoco e dei carabinieri che stanno ancora effettuando accertamenti sulle cause del rogo. La batteria del monopattino elettrico potrebbe essere esplosa mentre era sotto carica. Quel che è certo è che le fiamme sono divampate all'ingresso della mansarda, ma non dal contatore elettrico.Dopo che i vigili del fuoco avevano domato le fiamme i soccorritori del 118 hanno tentato di tutto, ma il cuore di Rosita Capurso e Luca Manzin non ha ripreso a battere.

Incendio li sorprende nel sonno, è dramma: morti due giovani 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fidanzati morti nell'incendio: "Fiamme partite dalla batteria del monopattino elettrico"

Today è in caricamento