Sabato, 20 Luglio 2024
Città Trento

Pranzi, cene e notti in hotel: al momento di pagare la scusa che spiazza il titolare

I carabinieri hanno scoperto che al check-in l'uomo aveva presentato un documento d'identità falso

Nella suggestiva cornice di Vallagarina, in provincia di Trento, un finto turista ha cercato di trascorrere una settimana in una rinomata struttura alberghiera di Rovereto senza pagare il conto. I fatti risalgono a qualche giorno fa quando il soggetto, di cui non è stata resa nota l'identità, ha prenotato un soggiorno presso l'hotel.

Secondo quanto riportato, l'ospite aveva chiesto di pernottare e di usufruire del servizio di ristorazione dell’hotel. Nei primi giorni, tutto sembrava regolare, ma con il passare del tempo e l'aumentare del conto, il responsabile dell'albergo ha iniziato a sospettare che qualcosa non andasse. Di fronte alla richiesta di saldare il conto accumulato, l'ospite ha risposto con un garbato rifiuto, affermando di non essere in grado di pagare.

Preoccupato per la situazione, il titolare dell'hotel ha contattato i carabinieri, che hanno proceduto all'identificazione dell'uomo, scoprendo che aveva fornito false generalità al momento del check-in e presentato un documento d'identità falso. Per queste ragioni, i militari hanno quindi denunciato l'ospite per insolvenza fraudolenta, sostituzione di persona e uso di atto falso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pranzi, cene e notti in hotel: al momento di pagare la scusa che spiazza il titolare
Today è in caricamento