rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Città Livorno

Sviene in strada e va in coma: salvata grazie ai tatuaggi coi nomi dei figli

E' una storia drammatica ma a lieto fine quella che ha visto protagonista, suo malgrado, una 42enne che, la sera dell'8 dicembre, è stata rinvenuta al distributore di benzina in via delle Sorgenti a Livorno in stato confusionale e con forti convulsioni

L'avevano trovata in strada in preda a fortissime crisi epilettiche e trasportata d'urgenza all'ospedale. Qui è rimasta priva di conoscenza per 5 giorni e solamente grazie ai nomi dei figli tatuati sul braccio i carabinieri sono riusciti a identificarla permettendo ai medici di prescirverle la giusta cura e salvarle così la vita. 

E' una storia drammatica ma a lieto fine quella che ha visto protagonista, suo malgrado, una 42enne che, la sera dell'8 dicembre, è stata rinvenuta al distributore di benzina in via delle Sorgenti a Livorno in stato confusionale e con forti convulsioni. All'arrivo del personale del 118 ha perso conoscenza ed è stata trasportata in codice rosso al pronto soccorso per poi essere trasferita in terapia intensiva. 

La donna aveva immediatamente di appropriate terapie farmacologiche, tuttavia non avendo con sé né un cellulare né un documento di identità era impossibile risalire alla sua identità e alla sua storia clinica. I carabinieri così si sono messi subito al lavoro ma gli elementi a loro disposizione erano pochissimi: i testimoni infatti hanno raccontato di averla vista scendere da un'auto che poi è andata via. Nessuna telecamera in zona.

Quindi l'intuizione che risulterà decisiva, raccontata da LivornoToday: la 42enne aveva due nomi tatuati sul braccio, forse dei nomi dei suoi figli. È iniziata così una certosina ed immediata indagine da parte dei carabinieri che hanno cercato sui registri dell'anagrafe due fratelli corrispondenti a quei nomi, trovandone addirittura 364. Uno ad uno sono stati verificati i rapporti di parentela, trovando diverse combinazioni di parenti. Una volta acquisite le foto, tramite social, delle madri queste sono state confrontate con quelle della donna che così è stata identificata. I medici a quel punto hanno individuato la terapia corretta e salvandole la vita. 

A questo punto le indagini dei Carabinieri, coordinate dalla procura della Repubblica di Livorno, si concentrano su quello che è successo prima che la signora venisse soccorsa. Ma quello che più conto è che le sue condizioni sono in miglioramento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sviene in strada e va in coma: salvata grazie ai tatuaggi coi nomi dei figli

Today è in caricamento