Sabato, 18 Settembre 2021
Pergine / Trento

Esce a provare la moto insieme alla figlia 13enne: trovati morti solo grazie al localizzatore

Sandro Prada, 51 anni, era finito in fondo a un burrone. È stata la moglie a trovarli grazie a un'applicazione installata sul telefonino della figlia Elisa 

Un punto fermo, nella zona a monte di Nogaré, dove passa la strada provinciale 83: è così che la mamma di Elisa e moglie di Sandro Prada ha rintracciato e scoperto i loro corpi senza vita in un bosco ai piedi della strada che collega Baselga di Pinè a Pergine, nelle vicinanze della frazione di Nogarè in Trentino. La donna, insieme alla figlia più grande, li ha ritrovati grazie a un'applicazione installata sul telefonino di Elisa che permette di rintracciare i dispositivi. 

Sul posto sono arrivati immediatamente i carabinieri della Compagnia di Borgo Valsugana, i sanitari del 118, i vigili del fuoco di Pergine e gli operatori del Soccorso Alpino. Per padre e figlia, purtroppo, non c'era più nulla da fare. Pare che i due, dopo un primo impatto con un albero, siano stati sbalzati dalla moto e morti sul colpo. 

Non sono ancora note le cause che hanno portato all'uscita di strada della moto, un 125. Al momento non ci sarebbero testimoni e non sono stati trovati segni di frenata sull'asfalto, né altri frammenti sulla strada. I carabinieri stanno portando avanti le indagini per capire cosa possa essere successo dall'ipotesi del malore del padre della 13enne alla scarsa dimestichezza con il mezzo nuovo che potrebbe aver fatto perdere il controllo della moto. Ma non è esclusa la possibilità di un malfunzionamento della moto e su questo verranno fatti degli accertamenti. 

Sandro aveva 51 anni e lavorava in una cava di porfido, mentre Elisa ne aveva appena 13 e frequentava le scuole medie. L'intera comunità perginese è sotto shock. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esce a provare la moto insieme alla figlia 13enne: trovati morti solo grazie al localizzatore

Today è in caricamento