Lunedì, 26 Luglio 2021
VIOLENZE SESSUALI / Milano

"Santone" violenta e costringe donne malate a fare orge

L'uomo, residente a Trezzano sul Naviglio, sposato con una milanese, ufficialmente è un operaio. Ma nel "tempo libero" si dedicava a fare il guaritore di mali incurabili

MILANO - "Ti trasmetto l'amore di Dio attraverso i rapporti sessuali non protetti. Guarirai". Con queste parole il 46enne Ulrik Andersen, un cittadino danese a Milano da decenni, avrebbe 'abbindolato' una ragazza affetta da una malattia genetica, abusando di lei ripetutamente per due o tre volte alla settimana dalla fine del 2011 a luglio 2012. 

E' quanto riportano i carabinieri della compagnia di Abbiategrasso che hanno arrestato il "santone". La donna, non sarebbe però l'unica vittima. Sono coinvolte almeno altre 4 donne e in casa del 'santone' è stato trovato un registro con un elenco di oltre 100 nomi.

L'uomo, residente a Trezzano sul Naviglio, ufficialmente era un operaio cassintegrato che nel tempo libero si dedicava a fare il guaritore di mali incurabili. Sua moglie, milanese, era consapevole del suo 'lavoro' come mago ma ignorava le violenze.

La vicenda che ha portato al suo arresto inizia nel 2011 quando una ragazza colpita da una malattia genetica molto grave su consiglio di un amico decide di provare a lenire i suoi dolori rivolgendosi al santone danese. Il signor Andersen, dotato di una personalità estremamente seducente e convincente, mette subito in chiaro con la donna che lui può guarirla perché dotato di poteri sovrannaturali. La condizione essenziale è quella del "sesso purificatore". 

La ragazza, molto provata e debole in quel momento, si autoconvince che è l'unica soluzione anche grazie alla testimonianza di altre persone che dal mago si erano fatte 'curare'. Così accetta le violenze e inizia il suo incubo.

Quando la donna sanguinava a causa degli stupri (in quanto la 30enne era soggiogata), l'uomo le ricordava che quel sangue era il segno che la guarigione era in corso. La ragazza era obbligata a rimanere in silenzio e a evitare di frequentare gente 'estranea'. In un'occasione, Andersen l'ha frustata sulla schiena con un panno umido perché si era permessa di scambiare il numero di telefono con un altro uomo.

Ad un certo punto arriva anche la richiesta di denaro, prima mille, poi 4mila e, infine, anche la pretesa di avere intestato l'intero appartamento di proprietà della vittima. 

Tra gli abusi che la donna è stata costretta a subire c'è anche la partecipazione a episodi di sesso di gruppo. Una sorta di orgia con un'altra donna di 60anni complice-vittima del mago e il santone stesso. Queste ultime violenze avvenivano in una casa presa in affitto a marzo del 2012 da due complici-vittime per aspettare la fine del mondo annunciata dai Maya. 

Nell'abitazione avevano tutto l'occorrente per la sopravvivenza in caso di disastro (torce, balestra, frecce, cibo). Si tratta di una 30enne e una 60enne (quella degli abusi sessuali contro la ragazza malata), le due sono solo indagate proprio a causa della loro condizione di vittime-carnefici.

La fine dell'incubo per la vittima arriva a luglio 2012 quando, spaventata perché il santone aveva minacciato di far ammalare anche sua sorella, si confida con quest'ultima. La sorella 35enne e un'amica (che di recente aveva perso il compagno malato di cancro), decidono di far visita al danese per 'stanarlo'. Durante l'incontro, l'uomo, a dimostrazione della sua forte capacità di ammaliare, riesce a convincere l'amica della sorella a prendere un appuntamento in privato perché dice di essere in contatto con il suo compagno defunto. 

All'appuntamento, l'uomo prova la 'solita tecnica': "Il tuo compagno vuole ardentemente che io sblocchi il tuo chakra sessuale, solo così potrai superare la sua morte". Dopo un primo tentennamento, ed un primo approccio sessuale del 'guaritore', la donna riesce a riprendersi, evita l'abuso e si rivolge ai carabinieri. (da Milano Today)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Santone" violenta e costringe donne malate a fare orge

Today è in caricamento