rotate-mobile
Sabato, 2 Marzo 2024
Città Roma

"Sara era già morta quando l'ex fidanzato le ha dato fuoco"

I risultati degli accertamenti sul corpo della 22enne uccisa da Vincenzo Paduano a Roma

Sara Di Pietrantonio era già morta quando il suo ex fidanzato, Vincenzo Paduano, le ha dato fuoco. E' questo il risultato di alcuni accertamenti sul corpo della ragazza posti all'attenzione degli inquirenti della Procura di Roma dal medico legale Giorgio Bolino, dal radiologo Carlo Catalano e dal tossicologo Giulio Mannocchi.

Gli esperti hanno preparato una relazione preventiva del loro esame e la trasmetteranno al pm Maria Gabriella Fazi e al procuratore aggiunto Maria Monteleone. Secondo quanto si è appreso, gli accertamenti disposti dall'autorità giudiziaria sul corpo della ragazza sono quasi conclusi e a questo punto nelle prossime ore sarà concesso il nulla osta per le esequie.

Uno dei punti a cui il collegio guidato dal professor Bolino ha risposto è quello riguardante tempi e modalità dell'aggressione subita da Sara. Secondo i medici sul cadavere ci sono "segni inequivoci" di costrizione al collo e questo fa ritenere, insieme con altri dati, che la giovane sia deceduta per asfissia. L'azione violenta potrebbe esser durata alcuni minuti, aggiungono gli esperti.

Tutte le notizie sull'omicidio di Sara Di Pietrantonio
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sara era già morta quando l'ex fidanzato le ha dato fuoco"

Today è in caricamento