Domenica, 28 Febbraio 2021
Immigrazione / Ragusa

Ragusa, "buttati in mare dagli scafisti": strage di migranti

Tragedia al largo del lido di Scicli dove sono stati ritrovati i corpi senza vita di tredici persone. I migranti, di origine africana, sarebbero stati buttati in mare dagli scafisti

RAGUSA - Buttati in mare dagli scafisti e annegati perché incapaci di nuotare o perché trascinati sotto dalla corrente. Questa la drammatica sorte toccata a tredici migranti, tutti uomini di origine africana. 

I loro corpi, trascinati dalle onde, sono arrivati sulla spiaggia del lido di Scicli dove due turisti li hanno notati e hanno dato l'allarme. Gli stessi turisti hanno poi raccontato di avere visto i due scafisti, che sono stati arrestati, buttare in mare delle persone. 

Secondo una prima ricostruzione, il barcone con a bordo duecento migranti si sarebbe insabbiato a poche centinaia di metri dalla riva. A quel punto, qualcuno avrebbe tentato di arrivare a riva a nuoto saltando spontaneamente dalla barca, mentre altri sarebbero stati lanciati in mare dagli scafisti. 

Alcuni dei sopravvissuti sono stati curati dalle forze dell'ordine, mentre altri sono riusciti a fuggire a piedi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ragusa, "buttati in mare dagli scafisti": strage di migranti

Today è in caricamento