Sabato, 24 Luglio 2021
Migranti

Si fa un "selfie" mentre guida il gommone carico di migranti, arrestato lo scafista

La tentazione di scattarsi una foto è costata cara ad un 27enne tunisino, ora in manette. E' successo nell'Agrigentino. I dettagli

Immagine di repertorio

Non avrebbe resistito alla tentazione di farsi un "selfie". Un gesto che è costato "caro" a un tunisino: è stato, infatti, identificato e fermato in quanto scafista. Fermo che è stato già convalidato.

Il piccolo gommone di 5 metri è approdato, la scorsa settimana, nella riserva naturale di Torre Salsa (Agrigento) davanti agli occhi di alcuni giornalisti.

Nove gli immigrati giunti a bordo di una piccola imbarcazione. Tunisini che avevano tentato di far perdere le proprie tracce. L’immediato intervento dei carabinieri del comando provinciale di Agrigento ha portato, però, alla immediata identificazione di tre migranti mentre tentavano di nascondersi tra la fitta vegetazione. Dopo alcune ore di ricerche, i carabinieri della stazione di Siculiana, coadiuvati dai colleghi della Guardia di finanza, ne hanno rintracciati altri tre.

Scafista tradito da un "selfie": il video

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento, giunti a rinforzo, hanno subito approfondito le indagini, partendo da un navigatore satellitare trovato nelle mani di uno dei migranti. In più, dal suo cellulare è saltato fuori un video e delle foto che lo ritraevano mentre pilotava il piccolo gommone.

Le dichiarazioni degli altri compagni di viaggio, poi, non hanno fatto altro che riscontrare le presunte responsabilità dello scafista, facendo emergere le responsabilità di un altro tunisino, ritenuto complice del primo. Il natante utilizzato è stato sequestrato. Per G. N., 27enne tunisino, sono così scattate le manette in esecuzione di un fermo di indiziato di delitto per “favoreggiamento dell'immigrazione clandestina”. Accusa, per la quale è stato denunciato in stato di libertà anche un secondo connazionale, mentre i rimanenti quattro sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Agrigento per ingresso illegale nel territorio dello stato.

Da AgrigentoNotizie

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si fa un "selfie" mentre guida il gommone carico di migranti, arrestato lo scafista

Today è in caricamento