Martedì, 2 Marzo 2021
Foggia

Da 6 mesi senza stipendio, operatori del 118 in sciopero della fame: "Ora basta"

"Ora siamo sfruttati e non riceviamo gli stipendi", denunciano gli operatori e annunciano di aver avviato lo sciopero della fame

Da sei mesi non ricevono lo stipendio e così hanno avviato lo sciopero della fame. È la decisione di un gruppo di operatori del 118 delle associazioni di volontariato della provincia di Foggia, che spiegano: "Vogliamo essere internalizzati, ora siamo sfruttati e non riceviamo gli stipendi". 

Fulvio, il fisico nucleare disabile senza assistenza: "Faccio lo sciopero della fame" 

Sulla vicenda è intervenuto anche il vicepresidente del Consiglio regionale, l'avvocato Giandiego Gatta: "Faccio appello al presidente Emiliano perché quello che sta accadendo agli operatori del 118 della provincia di Foggia rischia di creare una frattura sociale profondissima, con una gestione che crea 'figli e figliastri'. L'internalizzazione presso la Sanitaservice deve essere realizzata per tutti. Per questo, sono sentitamente vicino a tutti i lavoratori del 118 che oggi hanno iniziato lo sciopero della fame: si tratta di soccorritori che lavorano con abnegazione e in condizioni difficili per salvare la vita delle persone e meritano la massima considerazione. A loro esprimo tutta la mia solidarietà e ad Emiliano, in quanto assessore regionale alla Sanità, chiedo un intervento netto, deciso, affinché imponga alla Asl di Foggia di procedere con le internalizzazioni saltate lo scorso mese di giugno".

La notizia su FoggiaToday

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da 6 mesi senza stipendio, operatori del 118 in sciopero della fame: "Ora basta"

Today è in caricamento