Domenica, 25 Luglio 2021
Città

Molestata in campeggio, capo scout patteggia due anni e versa mille euro al Telefono Rosa

Accusato di aver toccato il seno a una sedicenne mentre erano in campeggio a Spettine. La donazione era subordinata al fatto di poter ottenere il rito alternativo con lo sconto di pena

Un capo scout, accusato di aver toccato il seno a una sedicenne mentre erano in campeggio a Spettine ha patteggiato due anni e ha versato mille euro a sostegno del Telefono Rosa. La donazione era subordinata al fatto di poter ottenere il rito alternativo con lo sconto di pena. Il giudice per l’udienza preliminare Adele Savastano ha così concluso il processo cominciato nell’aprile di quest’anno.

La comitiva di boy scout - proveniente dalla provincia di Bergamo - era ospitata in Valnure. La giovane, al ritorno a casa, aveva denunciato l’uomo,  un quarantenne di origine ecuadoriana che vive nella zona di Vaprio d’Adda (Milano).

Nella scorsa udienza il processo è stato rinviato perché si voleva valutare l’ipotesi di un risarcimento nei confronti della vittima o di una associazione che tutela le donne vittima di violenza. In aula, il pm Emilio Pisante aveva riformulato l’accusa contestando il terzo comma dell’articolo della violenza sessuale che comprende la tenuità del fatto.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Molestata in campeggio, capo scout patteggia due anni e versa mille euro al Telefono Rosa

Today è in caricamento