rotate-mobile
Sabato, 20 Aprile 2024
Città Ancona

Con le password dei prof truccavano il registro elettronico: studenti a processo

Nei guai un gruppo di ex allievi di una scuola superiore. Sono accusati di avere modificato voti, cancellato uscite anticipate, entrate in ritardo e assenze ingiustificate

Si erano impossessati delle password dei professori e avevano cancellato uscite anticipate, entrate in ritardo e assenze ingiustificate. Avevano anche ritoccato alcuni voti nell’anno scolastico 2015-2016. Trentaquattro ragazzi, che hanno frequentato il liceo Savoia Benincasa di Ancona,  sono stati accusati di accesso abusivo al sistema informatico e falso materiale. Il gup Francesca De Palma ha accolto la messa alla prova per 27 ex studenti. I progetti erano stati presentati dallo stuolo di avvocati difensori tra cui Manuel Piras, Giacomo Curzi, Roberta Di Martino, Andrea Rossolini, Alessio Stacchiotti e altri. Tra i vari percorsi proposti e accolti, c’è anche quello di una ragazza che si dedicherà all’ippoterapia presso il maneggio della Cittadella. In caso di giudizio positivo del giudice, al termine del progetto di volontariato, i reati contestati verranno dichiarati estinti.  

Per altri cinque giovani coinvolti in questa vicenda, invece, si aprirà il processo mentre due sono stati prosciolti: all’epoca dei fatti erano minorenni e li ha giudicati il tribunale per i Minorenni assolvendoli per irrilevanza del fatto. Tra gli ex studenti ci sono 23 ragazze e 11 ragazzi di tre classi diverse, per lo più dell’ultimo anno. Alcuni di loro oggi hanno terminato l’università, altri ancora stanno già lavorando e al termine della Map (messa alla prova) potranno lasciarsi alle spalle questa storia. 

La vicenda è partita con la denuncia dell'allora dirigente scolastica del Savoia Benincasa Alessandra Rucci, dopo un confronto tra il registro elettronico e un fascicolo cartaceo dove venivano tenute le “storie didattiche” degli alunni. Vedendo alcune palesi discrepanze la dirigente si era messa in allarme e da lì era partita la denuncia alla polizia postale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Con le password dei prof truccavano il registro elettronico: studenti a processo

Today è in caricamento