rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Città Agrigento

Mafia, sequestrati beni per oltre 5 milioni di euro

I provvedimenti sono stati emessi dal tribunale di Agrigento nei confronti di due imprenditori ritenuti vicini a Cosa Nostra

AGRIGENTO - La Dia - Direzione investigativa antimafia - ha sequestrato società, automezzi, fabbricati e terreni (beni per un valore di oltre 5 milioni di euro) a due imprenditori della provincia agrigentina ritenuti vicini a Cosa Nostra. I provvedimenti, sulla base di due distinte proposte avanzate dal procuratore aggiunto della Dda di Palermo Vittorio Teresi e dal pm Rita Fulantelli, e dal direttore della Dia nazionale Alfonso D'Alfonso, sono stati emessi dal Tribunale di Agrigento rispettivamente nei confronti di Giancarlo Buggea, 42 anni, di Canicattì, detenuto, e Giovanni Marino, 45 anni, di Campobello di Licata.

ARRESTATI NELL'OPERAZIONE "APOCALISSE" - Buggea è considerato dagli inquirenti un esponente di rilievo di Cosa Nostra, a stretto contatto con i vertici dell'organizzazione criminale nell'agrigentino, mentre Marino secondo gli inquirenti sarebbe vicino ai clan mafiosi. Entrambi sono stati arrestati nel marzo 2010 nell'ambito dell'operazione "Apocalisse".

LE ACCUSE - Secondo le indagini bancarie e patrimoniali svolti dalla Dia, sono accusati di intestazione fittizia di beni e riciclaggio. Alcuni beni sequestrati dalla Dia erano intestati a familiari. (da AgrigentoNotizie)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mafia, sequestrati beni per oltre 5 milioni di euro

Today è in caricamento