Lunedì, 25 Ottobre 2021
Città Udine

Maxi-sequestro di tonno e pesce spada: "Pericoloso, stava per finire in tavola"

L'operazione è stata eseguita dalla Capitaneria di Porto di Monfalcone, in collaborazione con l’Aas 2 Bassa Friulana Isontina: il pesce sarà distrutto

Sono stati sequestrati poche ore fa sette quintali di tonno rosso e pesce spada: è il risultato dell’operazione eseguita dalla Capitaneria di Porto di Monfalcone, in collaborazione con l’Aas 2 Bassa Friulana Isontina. 

I prodotti ittici avevano viaggiato dalla Sicilia fino al Friuli senza la prevista etichettatura, necessaria per identificare l’esatta provenienza del prodotto e garantire il consumatore finale. 

Il pesce stava per essere messo in vendita e sarebbe presto finito sulle tavole degli italiani, in caso di manctao controllo. 

Il pesce, in cattivo stato di conservazione (verrà infatti distrutto), sarebbe andato a riempire molti banchi dei mercati del Friuli Venezia Giulia. A finire nei guai due società di pesca della Sicilia, che avevano inviato il loro pesce al nord in vari camion. La notizia su UdineToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi-sequestro di tonno e pesce spada: "Pericoloso, stava per finire in tavola"

Today è in caricamento