Domenica, 20 Giugno 2021
Città Lodi

Il sindaco preso a schiaffi dopo aver denunciato su Facebook un'auto abbandonata

Severino Serafini, primo cittadino di Massalengo, ha sporto denuncia ai carabinieri dopo essere stato preso a schiaffi dal padre dell'intestataria della vettura. Il caso arriva fino a Roma

Aggredito per aver denunciato su Facebook la presenza da tempo di un'auto abbandonata in strada. Succede a Massalengo, vicino Lodi, e la vittima dell'aggressione è proprio il sindaco, Severino Serafini. Il padre dell'intestataria dell'auto, un imprenditore della zona che sembra abbia alcuni piccoli precedenti di polizia, lo ha aggredito davanti a testimoni, di fronte all'ufficio postale.

Il sindaco aveva già in precedenza sollecitato la stessa proprietaria a rimuovere l'auto, attraverso una telefonata, ma la macchina era rimasta lì dov'era. Così la decisione di denunciare la cosa su Facebook, scatenando la reazione del padre della donna.

Il caso dell'aggressione al sindaco di Massalengo arriva fino a Roma

Serafini ha intascato la solidarietà degli esponenti del suo partito, la Lega. "Se questa è la reazione ad un richiamo al rispetto delle regole, da parte delle autorità deve essere fatta la massima chiarezza per accertare l'accaduto", ha commentato l'assessore regionale Pietro Foroni, residente a Massalengo.

Il sindaco ha sporto denuncia recandosi dai carabinieri mentre il caso è arrivato anche a Roma. "Esprimo tutta la mia solidarietà al primo cittadino. È inaccettabile che ancora oggi possano esistere persone che preferiscono l'intimidazione fisica al dialogo e al confronto civile", ha detto il senatore lodigiano Luigi Augussori, che ha annunciato anche un'interrogazione parlamentare al ministro dell'Interno Luciana Lamorgese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco preso a schiaffi dopo aver denunciato su Facebook un'auto abbandonata

Today è in caricamento