rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Marcianise / Caserta

Sesso estremo per umiliare l'ex moglie: condannato

La donna ha deciso di denunciare le pratiche violente che era costretta a subire

Condannato ad ott anni di reclusione oltre a pene accessorie e al risarcimento del danno nei confronti della persona offesa costituitasi parte civile. È quanto stabilito dalla Prima sezione penale del tribunale di Santa Maria Capua Vetere in composizione collegiale, presieduta dal giudice Francesco Ciocia - con a latere i giudici Eugenio Polcari e Marzia Pellegrino - nei confronti di un 38enne di Marcianise, operaio, imputato di maltrattamenti contro un familiare convivente, lesioni personali aggravate, sequestro di persona, violenza sessuale, violenza privata ai danni dell'ex moglie.

L'operaio marcianisano venne tratto in arresto il 9 settembre 2021 dai carabinieri della compagnia di Marcianise a seguito dell'esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Emilio Minio dopo che i militari ricostruirono lo schema di violenza subite dalla vittima. Maltrattamenti che ebbero inizio nel 2017 nel corso della convivenza e dopo la cessazione della stessa nel 2019. Nel corso del dibattimento è emerso il particolare legame morboso che univa 'vittima' e 'carnefice' fatto di pratiche sessuali estreme, umiliazioni, gelosia ossessiva e disprezzo.

Incontri a sfondo sessuale che proseguivano tra gli ex coniugi anche dopo la detenzione domiciliare del 38enne. Nel corso dell'udienza il legale dell'imputato l'avvocato Enzo Domenico Spina ha fatto leva sul particolare sentimento perverso che ancora teneva insieme gli ex coniugi che escludeva la contestazione della violenza sessuale e del sequestro di persona giacché dopo tali contestazioni erano proseguiti i contatti tra i due e gli incontri hot. La difesa della parte civile, rappresentata dagli avvocati Umberto Elia e Marica Di Rosa, in una appassionata arringa ha fatto emergere quanto la vittima fosse succube dell'ex marito e che si prestasse ad ogni pratica sessuale anche estrema nel disperato tentativo di tenere legato a sé l'uomo che nonostante tutto ama ancora. Il Sostituto Procuratore Chiara Esposito nella sue repliche ha chiesto per Lioniello 8 anni di reclusione per tutti i reati ascritti. Richiesta della Procura che ha visto il parere conforme del collegio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso estremo per umiliare l'ex moglie: condannato

Today è in caricamento