Domenica, 29 Novembre 2020
Sondrio

Sesso in hotel con un ragazzino, ex giudice condannato a tre anni

Due anni e 8 mesi allo zio del giovane che organizzava gli incontri in un hotel poco distante dalla Stazione Centrale di Milano. La vittima era un 16enne di nazionalità romena

Foto di repertorio

SONDRIO - Condannato a 3 anni per prostituzione minorile. Si è chiuso così il processo a carico di Pietro Paci, ex giudice del Tribunale di Sondrio, in pensione da due anni. Gli agenti della Polfer lo avevano arrestato lo scorso novembre, dopo averlo sorpreso all'interno di un hotel poco lontano dalla stazione centrale di Milano mentre si apprestava a consumare un rapporto sessuale con un 16enne di nazionalità romena.

ARRESTATO LO ZIO DEL RAGAZZINO - In manette, quella stessa sera, era finito anche lo zio del ragazzino. Il gip di Milano, Donatella Banci Buonamici, titolare del processo che si è svolto con rito abbreviato (formula che prevede lo sconto di un terzo della pena), lo ha condannato a 2 anni e 8 mesi per favoreggiamento della prostituzione minorile.

50 EURO A INCONTRO - Stando alle indagini condotte dal pm di Milano, Bianca Maria Eugenia Baj Macario, e coordinate dal procuratore aggiunto Pietro Forno, l'uomo avrebbe rivestito il ruolo di "mediatore della prostituzione" tra l'ex giudice e il minore: avrebbe ricevuto 50 euro per ogni incontro a luci rosse del nipote.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sesso in hotel con un ragazzino, ex giudice condannato a tre anni

Today è in caricamento