Domenica, 1 Agosto 2021
Città Caserta

Picchiata e stuprata, settantenne ritrovata viva tra le baracche

I sanitari del 118 hanno ritrovato l'anziana buttata in terra tra le abitazioni abusive che sorgono nelle campagne lungo la statale Domiziana a Mondragone. La donna sarebbe stata colpita ripetutamente per vincerne la resistenza e avere gioco facile nella violenza

Foto di archivio

È stata ritrovata così, il corpo coperto di lividi e graffi, buttata in terra tra le baracche che sorgono nelle campagne lungo la statale Domiziana a Mondragone. Una violenza inaudita quella subita da una settantenne malmenata e poi violentata da un aggressore che lei stessa non avrebbe saputo identificare. 

Tutto è avvenuto tra la notte e il primo mattino di venerdì 22 novembre tra le case diroccate ed abusive utilizzate spesso come rifugio dagli ultimi che sopravvivono nell'agro Sessano. 

Anziana stuprata, picchiata e lasciata tra le baracche

Qualche altro 'ospite' della cittadella del disagio ha chiamato il 118 e la donna è stata trasportata presso l'ospedale civile San Rocco di Sessa Aurunca. I sanitari hanno riscontrata l'effettiva violenza sessuale subita dalla donna e dalle dichiarazioni rese dalla vittima l'aggressore sarebbe un uomo di colore, di cui lei non conosce l'identità.

La donna sarebbe stata colpita ripetutamente per vincerne la resistenza e avere gioco facile nella violenza. Numerose sono le ecchimosi ed i graffi che le cospargono il corpo già provato dall'età. La donna è ancora ricoverata presso il nosocomio locale mentre gli agenti del commissariato di Castel Volturno stanno cercando di far luce sulla vicenda.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchiata e stuprata, settantenne ritrovata viva tra le baracche

Today è in caricamento