Lunedì, 21 Giugno 2021
Milano

Massacra la fidanzata con coltello e pinza e le deforma il viso per sempre

È accusato di tentato omicidio e lesioni aggravate. Ora si trova nel carcere di San Vittore

Ha massacrato la fidanzata di botte, colpendola con un coltello e una chiave pappagallo, una sorta di pinza. L'ha sfregiata. Ora lei porterà sempre addosso i segni di quella sera folle. Un uomo di 26 anni, cittadino italiano con precedenti, è stato fermato sabato a Milano per aver quasi ucciso la sua compagna, una 44enne anche lei italiana. L'allarme era scattato venerdì sera verso le 20, quando era esplosa la violenza. I due avevano litigato nell’appartamento di lei, una casa di viale Jenner.

Stando a quanto ricostruito dalla polizia, la discussione era nata proprio per quell'abitazione. Sembra infatti che quella mattina lei avesse venduto l'appartamento per poi andare a vivere a casa di lui. Probabilmente per soldi, i due avrebbero discusso e lui avrebbe iniziato a colpirla alla testa e al volto con un coltello trovato in cucina e una chiave pappagallo. Dopo l'aggressione, lui era fuggito mentre lei era finita al Policlinico nel reparto di chirurgia, da dove è poi stata dimessa con una prognosi di 45 giorni per frattura delle ossa facciali e una deformazione permanente al viso dovuta alle lesioni.

A quel punto è partita la caccia all'uomo. Per tutta la notte di venerdì, la polizia ha cercato il 26enne anche nelle stazioni e nei domicili conosciuti. Sabato mattina è stato lui stesso a presentarsi al commissariato di Greco Turro dicendo che aveva esagerato durante una lite. Gli agenti della Squadra Mobile hanno così dato esecuzione al fermo con le accuse di tentato omicidio e lesioni aggravate e lo hanno portato nel carcere di San Vittore.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacra la fidanzata con coltello e pinza e le deforma il viso per sempre

Today è in caricamento