Mercoledì, 19 Maggio 2021
Udine

Silvia Piccini è morta dopo due giorni di agonia: era stata travolta da un'auto

La giovane ciclista, 18 anni ancora da compiere, è rimasta coinvolta in un incidente martedì pomeriggio mentre si allenava in bicicletta lungo la strada provinciale che collega San Daniele a Rodeano (Udine)

Non c'è stato nulla da fare. Dopo due giorni di agonia, è morta ieri la giovane ciclista Silvia Piccini, 18 anni ancora da compiere, travolta da un'auto martedì pomeriggio mentre si allenava in bicicletta lungo la strada provinciale che collega San Daniele a Rodeano (Udine). Le condizioni della giovane, trasportata d'urgenza all'ospedale di Udine, erano apparse fin da subito molto gravi, poi in serata era stata dichiarata la morte cerebrale. I familiari hanno dato l'assenso alla donazione degli organi: salveranno altre vite. La giovane, nata in Spagna con origini di Santo Domingo, abitava a Gradisca di Sedegliano.

Ciclismo in lutto, è morta Silvia Piccini

La scomparsa della giovane ha gettato nello sconforto tutta la comunità ciclistica locale. La giovane aveva partecipato ai campionati italiani sia su pista che su strada. 

Verso le 16 di martedì, lungo la strada che da San Daniele del Friuli conduce a Rodeano, la ragazza – in sella alla sua bicicletta da corsa – è stata uirtata da un'automobile Audi A1 rossa, guidata da una donna. Sul posto sono intervenuti i soccorsi con un'ambulanza e l'elisoccorso del118.

Silvia Piccini era un'atleta agonista, tesserata con l'U.C. Conscio Pedale del Sile. Nella sua breve carriera aveva conquistato diverse affermazioni. Nel 2019 era diventata campionessa provinciale di Pordenone. Lo scorso 11 aprile era stata selezionata, assieme ad altre compagne di squadra, per partecipare alla corsa "Born to win" a Civitanova Marche. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Silvia Piccini è morta dopo due giorni di agonia: era stata travolta da un'auto

Today è in caricamento